Le caratteristiche dei corsi per personale incaricato dei controlli (d.lgs. n.262/2002)

Nel Decreto del 25 gennaio 2018 il Ministero dell’Ambiente  ha definito le caratteristiche del corso di formazione in materia di acustica ambientale rivolto agli ispettori di controllo ai sensi del D.lgs. 262/2002  “Attuazione della direttiva 2000/14/CE concernente l’emissione acustica ambientale delle macchine ed attrezzature destinate a funzionare all’aperto”

Il personale incaricato dei controlli che risulta, alla data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 41/2017, gia’ inserito nell’elenco degli ispettori degli organismi di certificazione autorizzati ad operare nell’ambito del decreto legislativo n. 262/2002 e’ tenuto alla frequenza dei corsi di cui al decreto 25 gennaio 2018, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.32 del 8 febbraio 2018.

Tali corsi di formazione devono avere una durata minima di 24 ore, delle quali almeno 8 dovranno essere riservate ad esercitazioni pratiche, con frequenza obbligatoria complessiva (art.3).
I corsi vanno tenuti da ispettori già qualificati (art. 4) dagli organismi di certificazione per operare nell’ambito di applicazione del decreto legislativo n. 262/2002. A ciascun modulo corrisponde l’attribuzione di un credito formativo e ogni corso deve permettere l’attribuzione di almeno 3 crediti formativi.

Il Decreto è in attuazione all’articolo 6 del decreto legislativo 17 febbraio 2017, n. 41 «Disposizioni per l’armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico con la direttiva 2000/14/CE e con il regolamento (CE) n. 765/2008, a norma dell’art. 19, comma 2, lettere i), l) e m) della legge 30 ottobre 2014, n. 161»

Di seguito si riporta il link al Decreto

Decreto 25 Gennaio 2018

 

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *